Ilare uomo di rispetto

Anni che passano sono al tempo sfuggiti;
Nella vezzosa quiete di placido cammino.
Gelida brezza d'ilare mattino
Emerse creatura di gracidi ruggiti.
Luce pura che soave spande;
O tu, che porti negli occhi sovente

Che il sole sul tuo sorriso splende
A che allontana spirito dolente.
Tua virtù che non languisce
Ad altri doni il tuo cospetto.
L'uomo di valore e degno di rispetto
Amore, che nel cuore non si esaurisce.
Non inseguire sogni adorni di mestizia;
Ora nei miei versi l'essenza d'amicizia.

| Indietro